Capolavoro Mestre, sconfitta anche la Feralpisalò. I Play off non sono più un miraggio

Il Mestre dei miracoli non finisce più di stupire. Dopo la vittoria contro la Sambenedettese di una settimana fa arriva anche quella contro l’attuale seconda in classifica. La Feralpisalò non fa paura e gli arancioneri dimostrano di avere grinta e qualità da vendere senza sottostare alla “legge” della classifica che non è altro che un pò di inchiostro in un foglio.

la Feralpi Salò, dopo aver chiuso in vantaggio il primo tempo, nella ripresa viene raggiunta e poi trafitta all’ultimo minuto dal Mestre, che porta a casa i tre punti fortemente voluti da entrambe le contendenti. 

E’ questo, in estrema sintesi, il succo del combattuto 3-2 che le due squadre hanno messo in scena sul terreno del “Mecchia” di Portogruaro, dando vita ad un confronto che entrambe hanno cercato di vincere dall’inizio alla fine e che i gardesani si sono visti sfuggire di mano dopo avere accarezzato a lungo il sogno di conquistare un prezioso successo esterno. La gara si fa intensa sin dai primi minuti. Gli arancioneri vanno al tiro già al 4′ con Boscolo e i gardesani rispondono 1′ più tardi con il rientrante Mattia Marchi, che non riesce a superare Gagno. L’avvio assai deciso non tarda a produrre i suoi frutti e dopo un tentativo di Neto Pereira rimasto senza esito al 9′, nella replica gli ospiti si procurano un calcio di rigore che Guerra trasforma impeccabilmente. Il vantaggio della squadra di mister Beggi è però di breve durata, visto che al 24′ il signor Guida assegna il secondo rigore della giornata che Spagnoli trasforma con freddezza. La sfida prosegue con un’avvincente serie di botta e risposta su un fronte e sull’altro, ma è ancora la compagine salodiana a passare in vantaggio con Voltan, che al 38′ trafigge Gagno sfruttando un invitante assist di Marchi. La replica dei veneti si concretizza in avvio della ripresa. Passano infatti solo 5′ e Neto Pereira inventa una splendida palombella che non lascia scampo a Caglioni e si insacca all’incrocio dove il portiere ospite non può arrivare.

Le emozioni proseguono a Portogruaro e solo 2′ più tardi viene annullato un gol al lanciato Guerra. Il 2-2 non accontenta nessuna delle due squadre, che riprendono a macinare il loro gioco per cercare di conquistare l’ambita vittoria. Il punteggio rimane aperto sino al termine, ma, nonostante gli spunti di Rubbo, Guerra, Parodi e Beccaro, la situazione non muta. Nel finale, quando il pareggio sembra ormai l’epilogo più scontato, il Mestre firma il gol-partita. E’ il 44′ quando Spagnoli porge a Sottovia il pallone che firma la vittoria e e condanna una pur volitiva Feralpi Salò a restare a mani vuote.

MESTRE-FERALPI SALO’ 3-2 (1-2)

Mestre (3-4-1-2): Gagno 6,5; Politi 6,5, Perna 6, Gritti 6,5; Fabbri 6 (25’ st Mordini n.g. dal 39’ st Kirwan n.g.), Rubbo 6,5, Boscolo 6,5, Lavagnoli 6; Neto Pereira 7 (33’ st Sottovia 6,5); Spagnoli 6,5, Casarotto 6 (26’ st Beccaro 6). A disposizione: Favaro; Ayoub; Boffelli; Stefanelli; Zecchin; Bonaldi; Martignano; Stensson. All: Mauro Zironelli 7,5.

Feralpi Salò (4-3-1-2): Caglioni 6,5; Vitofrancesco 6 (17’ st Martin 6), Legati 6,5, Ranellucci 6,5, Parodi 6; Dettori 6,5, Capodaglio 6 (21’ st Magnino 6), Staiti 6; Voltan 6,5 (22’ st Raffaello 6); Guerra 6,5, Mattia Marchi 6 (38’ st Ponce n.g.). A disposizione: Livieri; Paolo Marchi; Tantardini; Bagadur; Gamarra; Luche; Loi. All: Cesare Beggi 6.

Arbitro: Guida di Salerno 6.

Reti: 12’ pt Guerra (rig.); 24’ pt Spagnoli (rig.); 38’ pt Voltan; 5’ st Neto Pereira; 44’ st Sottovia.

Note. Ammoniti: Neto Pereira; Staiti; Gritti; Rubbo; Beccaro; Sottovia – angoli: 5-4 per il Mestre – recupero: 2’ e 4’. Spettatori: 900 circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *