Feralpisalò-Vicenza, il giorno dopo si sogna ad occhi aperti

Vittoria straripante per il Vicenza che supera la terza della classe con una prova strepitosa. Feralpisalo’ che perde l’occasione di avvicinarsi alla testa della classifica dopo il pareggio tra Padova e Sambenedettese, rispettivamente prima e seconda.

Con la vittoria del Turina i biancorossi di Mister Zanini salgono al 10° posto in classifica agguantando, per ora, l’ultima posizione disponibile per l’accesso ai play off. Naturalmente bisogna attendere la sanzione che verrà inflitta per il mancato pagamento degli stipendi di dicembre, sperando che non se ne aggiungano altre. Rimane la consapevolezza che questo gruppo ha tanta qualità, può affrontare qualsiasi rivale a testa alta indipendentemente dalla posizione in classifica o dalla rosa che presenta. Il seguito dei tifosi continua ad essere un valore aggiunto, a Salò sono giunti in 500 spingendo i propri beniamini ad una vittoria meritata e mai in discussione.

 

Feralpisalò-Vicenza 1-3

FeralpiSalò (4-3-3): Caglioni, Vitofrancesco, Ranellucci, Legati, Martin (65′ Parodi), Rocca (45′ Ponce), Capodaglio (45′ Staiti), Dettori, Voltan (81′ Raffaello), Ferretti (45′ Marchi), Guerra. A disposizione: Livieri, Bagadur, Marchetti, Emerson, Tantardini, Magnino, Gamarra, Raffaello.
Allenatore: Serena.

Vicenza (4-4-2): Valentini, Malomo, Milesi, Crescenzi, Magri, De Giorgio (92′ Tardivo), Giorno (80′ Bangu), Tassi (69′ Giacomelli), Giraudo, Ferrari, Comi (69′ Jakimovski).
A disposizione: Fortunato, Costa, Bianchi, Sacchetto, Giusti.
Allenatore: Zanini.

Reti: 14′ De Giorgio (V), 34′ Giorno (V), 53′ De Giorgio (V) su rigore, 74′ Crescenzi (V) autorete.

Arbitro: sig. Nicolò Marini della sezione di Trieste.

Assistenti: sig. Luca Dicosta della sezione di Novara, sig. Francesco Perrelli della sezione di Isernia.

Note: ammonizioni: Ranellucci (F), Giraudo (V), Milesi (V). Recupero: p.t. 1′ , s.t. 4′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *